Newsletter – giugno 2020

_________________________________

Bacheca

Lezioni in streaming

_________________________________

_________________________________

Chiese e mondo

Yves Congar di Alexander Brüggemann

25 anni fa, il 22 giugno 1995, moriva a Parigi, all’età di 91 anni, il teologo domenicano Yves Congar. Studioso raffinato, autore di una grande quantità di opere, molto stimato da Giovanni XXIII e da Paolo VI, ma guardato con sospetto dall’ala conservatrice dei teologi, aveva dato un contributo decisivo ai lavori del concilio Vaticano II. Durante la sua lunga vita attraversò molte prove sia da parte dell’autorità ecclesiastica, sia dei teologi conservatori e, infine, per una malattia invalidante che seppe sopportare con “attiva pazienza”.

_________________________________

_________________________________

Autorità della chiesa, autorità della coscienza di Paolo Ricca

_________________________________

_________________________________

Evitare una tragedia in Amazzonia

_________________________________

_________________________________

Il disagio dei giovani nell’età del nichilismo di Umberto Galimberti

_________________________________

_________________________________

L’utopia ragionevole di una globalizzazione giusta di Mario Ricciardi

Adottando una prospettiva storica, si vede che le radici di un mondo più connesso non sono né recenti né soltanto economiche. Di fronte al rallentamento di oggi, si deve intervenire nei processi di integrazione per portare più equità e uguaglianza.

_________________________________

_________________________________

“Bioresistenze ovvero ricominciare dalla natura”

_________________________________

_________________________________

Monachesimo

Monos – MONACHESIMO PER IL QUOTIDIANO

_________________________________

Montecassino, tornano i pellegrini in un clima di gioia di Federico Piana

L’Abbazia laziale, dove riposano le spoglie di San Benedetto e Santa Scolastica, riapre dopo i lunghi mesi di quarantena. L’abate, padre Donato Ogliari: “Soddisfazione per tornare a condividere la bellezza del carisma benedettino. La nostra preghiera? Non si è mai affievolita. Il lockdown ci ha permesso di pregare di più per i nostri fratelli e le nostre sorelle che hanno sofferto in prima persona”.

_________________________________

Liturgia e sacramentaria

Per una riconciliazione liturgica di Andrea Grillo e Zeno Carra

_________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.