Newsletter – giugno 2020

_________________________________

Bacheca

Lezioni in streaming

_________________________________

_________________________________

Chiese e mondo

Yves Congar di Alexander Brüggemann

25 anni fa, il 22 giugno 1995, moriva a Parigi, all’età di 91 anni, il teologo domenicano Yves Congar. Studioso raffinato, autore di una grande quantità di opere, molto stimato da Giovanni XXIII e da Paolo VI, ma guardato con sospetto dall’ala conservatrice dei teologi, aveva dato un contributo decisivo ai lavori del concilio Vaticano II. Durante la sua lunga vita attraversò molte prove sia da parte dell’autorità ecclesiastica, sia dei teologi conservatori e, infine, per una malattia invalidante che seppe sopportare con “attiva pazienza”.

_________________________________

_________________________________

Autorità della chiesa, autorità della coscienza di Paolo Ricca

_________________________________

_________________________________

Evitare una tragedia in Amazzonia

_________________________________

_________________________________

Il disagio dei giovani nell’età del nichilismo di Umberto Galimberti

_________________________________

_________________________________

L’utopia ragionevole di una globalizzazione giusta di Mario Ricciardi

Adottando una prospettiva storica, si vede che le radici di un mondo più connesso non sono né recenti né soltanto economiche. Di fronte al rallentamento di oggi, si deve intervenire nei processi di integrazione per portare più equità e uguaglianza.

_________________________________

_________________________________

“Bioresistenze ovvero ricominciare dalla natura”

_________________________________

_________________________________

Monachesimo

Monos – MONACHESIMO PER IL QUOTIDIANO

_________________________________

Montecassino, tornano i pellegrini in un clima di gioia di Federico Piana

L’Abbazia laziale, dove riposano le spoglie di San Benedetto e Santa Scolastica, riapre dopo i lunghi mesi di quarantena. L’abate, padre Donato Ogliari: “Soddisfazione per tornare a condividere la bellezza del carisma benedettino. La nostra preghiera? Non si è mai affievolita. Il lockdown ci ha permesso di pregare di più per i nostri fratelli e le nostre sorelle che hanno sofferto in prima persona”.

_________________________________

Liturgia e sacramentaria

Per una riconciliazione liturgica di Andrea Grillo e Zeno Carra

_________________________________

Lezioni in streaming

“Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città…. Come i discepoli del Vangelo siamo stati presi alla sprovvista da una tempesta inaspettata e furiosa. Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, tutti bisognosi di confortarci a vicenda. Su questa barca… ci siamo tutti.” (papa Francesco)

Su questa nave abbiamo navigato a vista anche noi con le nostre comunità, ma la novità assoluta per noi studentesse e studenti dello STBI, è stata il trovarsi da un momento all’altro “nella rete”. Per fortuna si trattava solo di quella virtuale, in perfetta solidarietà con la maggior parte dell’umanità in quei giorni.
Nel tentativo di dire qualcosa su questa curiosa avventura (quella di una sessione di 60 ore attraverso il supporto tecnologico di videolezioni, registrazioni e lezioni in-streaming, precedute da un periodo di studio e di preparazione degli elaborati) non ci proponiamo di esaurire tutte le considerazioni e i vissuti di sorelle e fratelli. Infatti nella varietà che contraddistingue questo triennio di corso, ognuna di noi frequenta e vive la scuola con desideri, aspettative e sensibilità differenti, che rendono l’esperienza unica e arricchente su svariati fronti.
Se l’avvio del progetto online potremmo definirlo un po’ burrascoso e frettoloso, i due incontri sulla piattaforma virtuale, guidati dalla prof.ssa Scanu, hanno permesso un autentico confronto per cogliere pregi e limiti.
In primo luogo ci sembra importante sottolineare l’elasticità dell’impegno richiesto oltre che a noi, anche alle comunità. Essere studenti, ma allo stesso tempo presenti in monastero, partecipando alla vita comune di preghiera e lavoro, ha richiesto agevolazioni e flessibilità di orario, comprensione e abbondante pazienza reciproca per una sana vita comunitaria. Un bel segno è stato che alcune comunità abbiano potuto beneficiare di questa sessione condividendo le lezioni con sorelle e fratelli. Altre invece erano affaticate, aggravate da situazioni comunitarie non facili e avrebbero preferito una pausa, rinviando la sessione. Inoltre non per tutte le sorelle è stato possibile la connessione in diretta, per problemi di rete (per esempio dall’India), e questo l’abbiamo percepito come un grosso limite.
Certamente da parte nostra c’è stata anche la fatica di ascoltare le registrazioni o di stare tanto tempo davanti al computer. Ma non sentendoci sole e soli, abbiamo colto l’impegno di chi ha organizzato la sessione, inviandoci puntualmente il materiale, così come lo sforzo dei professori nel parlare davanti ad un automa, generando in noi un senso di gratitudine.
Nonostante la complessità della situazione, lo Spirito di audacia ha soffiato, rinvigorendo le “aride ossa”, a cominciare dal primo giorno di corsi in diretta.
Infatti la gioia di vederci e la voglia di comunicare nelle pause, anche se dietro agli schermi, insieme alla passione dei professori rispetto a quello che ci spiegavano e alla loro disponibilità nel fornirci materiale di studio, hanno ravvivato il desiderio di continuare il cammino insieme.
Come non mai, conclusa l’esperienza, abbiamo ripensato unanimi alla radice di questo progetto di studi. All’inizio del triennio, ci era stato presentato lo Studio Teologico delle Benedettine, non solo come scuola che ci avrebbe aiutato a sviluppare competenze e ad appropriarci di contenuti, ma soprattutto come un laboratorio il cui scopo era aiutarci a crescere, a formarci in quanto persone che vivono una specifica realtà di chiesa nella quale hanno un altrettanto specifico compito. Lo stampo teologico di tipo monastico-sapienziale della scuola ha a che fare con la vita, l’uomo (nel nostro triennio più che altro la donna!) tutto intero, testa, cuore e corpo, perciò ascoltare, studiare e domandare insieme. È una palestra per conoscere meglio la nostra vita, sperimentando anche le differenze, per diventare propositive in comunità e per imparare a condividere quanto appreso, perché solo se le conoscenze circolano si incarnano. E questo è quello che abbiamo effettivamente sperimentato nelle sessioni residenziali precedenti.
La tecnologia in questo caso ci è venuta in aiuto per come poteva, garantendoci la continuità sia del percorso avviato che rispetto ai contenuti da svolgere, allineandoci alle modalità adottate in questo tempo dalle facoltà di tutto il mondo. Ma, come già detto sopra, lo STBI è studio e vita; se manca una parte, è zoppo. La tecnologia è “funzionale” (o coniando un nuovo vocabolo “finzionale”!), ma non può ancora sostituire la realtà dei nostri corpi. Abbiamo adattato uno strumento, creato con altri scopi, per fare ciò che abbiamo sempre fatto, ciò che eravamo abituati a fare, limitandone così il potenziale.
Dal momento che a settembre ripeteremo l’esperimento, ci piacerebbe in questi mesi scoprire come questa esperienza sia stata un dono attraverso cui crescere nella nostra vita di sequela, ma anche come poter “usare” al massimo delle sue potenzialità questo strumento. In questo senso un primo passo di creatività è stato la proposta di incontri online, in piccoli gruppi, per accompagnare e valorizzare i percorsi individuali di studio e di pianificazione degli elaborati.
Il domani è tutto da scoprire e da ricevere, ma allo stesso tempo da costruire, forse per tentativi, non semplicemente continuare a fare come si è sempre fatto, ma trovare come gli strumenti a nostra disposizione possono essere utilizzati e ottimizzati per continuare a fare esperienza concreta, ragionata e ragionevole, di Dio e dell’umanità, restando sempre in dialogo con il nostro tempo.
E poi una volta finito il corso, non necessariamente tutto deve “finire” e ognuno tornare alla vita di prima serbando nel cuore solo un bel ricordo del tempo di studio condiviso. Se tutta questa pratica tecnologica ci servisse anche solo a “gettare la rete (online) dall’altra parte”, oltre il triennio… chissà che pesca!

Sr.Noemi Sr Silvia

Newsletter – maggio 2020

_________________________________

Chiese e mondo

ANNO SETTIMO DEL PONTIFICATO. LA SFIDA DELLE DONNE di Marinella Perroni

_________________________________

_________________________________

Il Vangelo si muove con il popolo: Rahner e Francesco (di R. Oliva) di Andrea Grillo

Un contributo sul rapporto tra K. Rahner e il magistero di papa Francesco.

_________________________________

_________________________________

Desiderio di Silvano Petrosino

_________________________________

_________________________________

Sfogare il cuore, insieme e nel nome del Padre di Rosanna Virgili

_________________________________

_________________________________

Il rispetto umano, la chiesa e il Covid di Antonio Spadaro

_________________________________

_________________________________

Laudato si’ e scelte progettuali. Seminario in collaborazione USMI-CISM

30 maggio, ore 10.00 – 12.00
Zoom per il collegamento

_________________________________

_________________________________

“Mistica e religioni”

_________________________________

_________________________________

Monachesimo

Lettera ai consacrati: Saremo diversi? di Véronique Margron

_________________________________

Sant’Anselmo inizia l’apprendimento a distanza

A Sant’Anselmo parte l’Iniziativa per l’apprendimento a distanza tramite G Suite for Education, con l’intenzione di andare oltre l’attuale crisi da Covid-19 e verso il futuro dell’istruzione benedettina internazionale.

_________________________________

_________________________________

Liturgia e sacramentaria

Ripartire senza imparare (anche in Chiesa)? di Andrea Grillo

_________________________________

V sessione 2020

Roma, 12.05.2020

Gent. Studentessa / Studente,

confido che Voi e le Vostre Comunità godiate della salute.
Il difficile periodo di emergenza sanitaria nel quale ancora tutti noi ci troviamo ha comportato e richiede particolari cambiamenti. Dal momento che si protraggono gli impedimenti per viaggiare e svolgere la nostra sessione di studio prevista dal 17 al 30 maggio a Roma, ricorriamo in modo creativo ad altre soluzioni.

Ricordiamo che lo Studio Teologico delle Benedettine è inserito nel mondo dello studio accademico dove anche in una situazione di emergenza, inedita, imprevista, si cerca di affrontarla e di trovare soluzioni per continuare lo studio.

La conoscenza e lo studio infatti non si fermano, sono affermazioni della vita. E sebbene sappiamo che l’incontro e l’insegnamento in presenza siano insostituibili, cerchiamo soluzioni creative, anche soluzioni di emergenza, come quella dell’insegnamento telematico, che consentano di continuare.

Certamente questi cambiamenti contingenti richiedono un impegno nuovo da parte di ciascuna/o, ma Vi incoraggio a pensare che tutto si può imparare e che sempre ci sono delle opportunità per la formazione.


Pertanto, data anche la disponibilità dei Docenti, possiamo svolgere la sessione di studio nel periodo stabilito con i seguenti Corsi e le modalità indicate:

I Corsi della sessione sono:

AT: Salmi – Prof. Marco Pavan – invio registrazioni
Liturgia II: Liturgia delle Ore – Prof. Pierangelo Muroni – lezioni on line
Regula Benedicti – Prof.ssa Luciana Tartaglia – invio registrazioni
Storia della Filosofia antica – Prof. Andrea De Santis – lezioni on line

L’orario delle lezioni e una breve descrizione dei Corsi sono riportati nell’allegato alla presente.
In questo caso per due Corsi (Liturgia II: Liturgia delle Ore; Storia della Filosofia antica) è opportuno che ciascuna/o di Voi possa seguire le lezioni on line nell’orario previsto; mentre per gli altri due Corsi (AT: Salmi; Regula Benedicti) ciascuna/o riceverà da Sr. Gabriella e da Sr. Benedetta il materiale registrato, preparato dai Docenti.

Esami:

Per gli esami di due Corsi svolti nella sessione di gennaio: AT: Profeti; Storia della Chiesa antica (Padri latini), che erano previsti orali, è stato necessario renderli scritti e le indicazioni per l’elaborato si trovano nell’allegato.

Vi esorto a condividere questo percorso con le Vostre Comunità perché Vi sostengano e, partecipando all’impegno, tutti possiamo imparare e crescere nella sapienza della vita.

Rimango a Vostra disposizione

Vi ringrazio e Vi saluto cordialmente

Prof.ssa M. Pina Scanu
Coordinatrice

ORARIO

Newsletter – aprile 2020

_________________________________

Chiese e mondo

Ricominciare, con un altro sguardo di Giacomo Costa

L’Italia vive un tempo di sospensione, che indica come sia necessario cambiare sguardo: rinunciare all’illusione di controllare tutto e rinforzare il senso di affidamento alla base di ogni scelta di impegno. In dialogo con i concittadini, i cristiani hanno un contributo specifico da offrire.

_________________________________

_________________________________

La Chiesa che verrà di Ghislain Lafont

_________________________________

_________________________________

L’opzione per il “logos” nel pontificato di Francesco di Andreas Gonçalves Lind

_________________________________

_________________________________

“Donne per un nuovo Rinascimento”: genio femminile al servizio del bene comune

Dodici donne, tra cui economiste, ricercatrici e imprenditrici sono chiamate, attraverso una task force voluta dal governo italiano, a formulare proposte per ricostruire l’Italia dalle macerie della pandemia. Tra loro c’è suor Alessandra Smerilli, consigliere dello Stato della Città del Vaticano.

_________________________________

_________________________________

Gesù e la sua fede di Enzo Bianchi

_________________________________

_________________________________

Riflessioni ai tempi del coronavirus sul senso del futuro di Umberto Galimberti

Dove credeva di essere arrivato, l’essere umano? Perché, costretto a fermarsi, non sa più chi è? E cosa pensa di fare davanti alla negatività della vita?

_________________________________

_________________________________

Le Università pontificie al tempo del coronavirus

_________________________________

_________________________________

Perché tutto non sia come prima

_________________________________

Monachesimo

Potatura pasquale che rigenera

La comunità benedettina di Viboldone in provincia di Milano, racconta la Settimana Santa trascorsa convivendo con il Coronavirus.

_________________________________

Libro di Benoît Standaert “Diario dell’umiltà”

_________________________________

_________________________________

Liturgia e sacramentaria

Se non cambia con la vita, la liturgia diventa un teatrino di Marinella Perroni

Nei giorni di Pasqua l’impatto dell’emergenza sanitaria sulla preghiera della Chiesa ha portato più che mai allo scoperto le difficoltà nella ricezione della riforma liturgica. Papa Francesco, con la preghiera nella grande piazza deserta e la Via crucis, ha smosso scenari ormai irrimediabilmente superati.

_________________________________

_________________________________

Fare messe di Antonio Autiero

_________________________________

_________________________________

Liturgia nella fase 2: analisi e progetto di Andrea Grillo

Marco Gallo, con la sua competenza, affronta con molta serietà il complesso passaggio dalla fase 1 alla fase 2, in vista del ritorno alla fase 3, che è ancora indefinito. In questo “rito di passaggio”, che ci riguarderà di sicuro per mesi, dovremo considerare diverse variabili. E nel frattempo dovrebbe entrare in uso anche il nuovo Messale Romano (3 edizione). Si tratta della prima configurazione complessiva di ciò che ci aspetta.

_________________________________

_________________________________

_________________________________

Newsletter – marzo 2020

_________________________________

Chiese e mondo

Il senso profondo della preghiera. Con Lui davanti al Dio della vita di Pierangelo Sequeri

_________________________________

_________________________________

Realismo dello Spirito di Stella Morra

_________________________________

_________________________________

Un Dio che si infrange di Marinella Perroni

_________________________________

_________________________________

Vivere ai tempi del coronavirus di Andrea Vicini

_________________________________

_________________________________

Quarantena e quaresima di Fr. Michael Davide Semeraro, osb

_________________________________

_________________________________

“La nuova fratellanza” di Massimo Recalcati

_________________________________

_________________________________

La morte rimossa e il congedo impossibile. Un altro senso di “euthanasia” come compito comune di Andrea Grillo

_________________________________

_________________________________

_________________________________

Monachesimo

“Abbiamo la possibilità di guadagnare in profondità. Per tornare più veri e più umani”

TESTO INTEGRALE DELLE RIFLESSIONI

_________________________________

_________________________________

Vita comune e coronavirus

_________________________________

_________________________________

Liturgia e sacramentaria

Una Lettera Aperta sullo “STATO DI ECCEZIONE LITURGICA”

_________________________________

_________________________________

Senza presbitero no, senza popolo sì? di Simona Segoloni Ruta

Eucaristie “a porte chiuse” per evitare il contagio: risonanze a bassa voce su una scelta di emergenza che forse svela ciò che veramente pensiamo della liturgia e dell’essere Chiesa che celebra. Finito il periodo di isolamento bisognerà riparlarne.

_________________________________

_________________________________

La liturgia in quarantena e un modello di celebrazione di A. Grillo e M. Festi

_________________________________

_________________________________

Newsletter – febbraio 2020

_________________________________

Bacheca

Una domenica a Civitella San Paolo…

Siamo felici di poter offrire il nostro contributo alle pagine di questa newsletter, raccontandovi un po’ la nostra esperienza vissuta durante la IV sessione di studio, tenutasi a Roma nello scorso mese di gennaio.

_________________________________

_________________________________

«Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio» (2Cor 5,20)

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO PER LA QUARESIMA 2020.

_________________________________

_________________________________

_________________________________

Chiese e mondo

Il sogno della foresta amazzonica e l’insonnia della foresta curiale. Papa Francesco tra profezia e vigilanza in “Querida Amazonia” di Andrea Grillo

_________________________________

_________________________________

Amazzonia, tra sogni e paure di Francesco Cosentino

_________________________________

_________________________________

Anno settimo del pontificato. La piramide rovesciata della santità di MichaelDavide Semeraro

_________________________________

_________________________________

Riformare è tornare alle origini? di Massimo Nardello

_________________________________

_________________________________

L’umanesimo dell’ospitalità. Per un nuovo stile di vita cristiana di Christoph Theobald

Rileggere il Convegno ecclesiale di Firenze
23 novembre 2019

_________________________________

_________________________________

Donatella Scaiola, Il libro del Salmi – Perugia 22 11 2019

_________________________________

_________________________________

A Idlib in Siria è guerra tra potenze regionali

_________________________________

_________________________________

Morta suor Giudici, mistica e poetessa. La sua vocazione nacque in bicicletta

_________________________________

_________________________________

La Fiaccola di san Benedetto raggiungerà Budapest in nome della pace

Presentate oggi a Roma, presso la sede del Parlamento Europeo in italia, le iniziative delle Celebrazioni Benedettine 2020. Alla conferenza stampa hanno preso parte i sindaci delle tre città simbolo della vita del patrono d’Europa: Norcia, Subiaco e Cassino.

_________________________________

_________________________________

_________________________________

Monachesimo

Santa Sede – Contemplative: la radice della clausura di Emanuela Ghini

Riflessioni sulla nuova Ratio formativa.
Da Il Regno/Attualità 22/2019

_________________________________

_________________________________

Il sogno dei lavoratori-monaci di Luigino Bruni

_________________________________

_________________________________

Segno e profezia

A colloquio con l’arcivescovo Rodríguez Carballo sulla vita consacrata.

_________________________________

_________________________________

Liturgia e sacramentaria

“Ite missa non est”: conoscenza per contatto e profilassi dal contagio di Andrea Grillo

_________________________________

_________________________________

Una domenica a Civitella San Paolo…

Siamo felici di poter offrire il nostro contributo alle pagine di questa newsletter, raccontandovi un po’ la nostra esperienza vissuta durante la IV sessione di studio, tenutasi a Roma nello scorso mese di gennaio.
Domenica 19 è stata organizzata dalla Scuola un’uscita a Civitella, per conoscere la bella realtà condivisa ormai da anni dal Monastero Benedettino “Santa Scolastica” e dalla Comunità Monastica di Bose.
È stata occasione di incontro e conoscenza di una realtà monastica per certi versi nuova, che alcuni non esitano a definire profetica nell’attuale nostro panorama, in cui si vedono comunità sempre più ridotte numericamente perdere la possibilità di sopravvivere in autonomia. Allora, che fare? Civitella ci insegna che tendere la mano e chiedere aiuto può avviare un processo nuovo e indicare una possibile soluzione, che non solo risponde a bisogni immediati, ma diventa significativa anche per altri.
Dopo un’oretta circa di viaggio in pullman, guidate dalla “nostra” sr. Maria Gabriella che “giocava in casa”, siamo state caldamente accolte nella foresteria “made in Bose”, con locali completamente nuovi! L’accoglienza è uno dei punti forti della spiritualità monastica, e ne abbiamo fatto l’esperienza!
Come prima cosa, siamo andate a visitare la ricca biblioteca del Monastero, che ha provvidenzialmente goduto lungo i vari anni anche di generose donazioni, e quindi oggi può vantare un vasto repertorio: questo tesoro non è conservato gelosamente, ma condiviso, permettendo ad altri di poterne beneficiare, essendo inserito nel Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN) attraverso il Polo delle Biblioteche Ecclesiastiche (PBE).
Subito dopo, abbiamo goduto della vista panoramica dalla terrazza: il monte Soratte e la vastità dei terreni del Monastero, adibiti a vigna, uliveto e orto. Ora et labora!

Alle 11.30 abbiamo celebrato l’Eucarestia, presieduta dal loro cappellano, gustando la bellezza di una liturgia semplice e ricca allo stesso tempo. A seguire, il pranzo, suddivise nelle varie sale accoglienti e capienti, godendo in ciascuna della presenza di qualche sorella del Monastero. Il pranzo è stato occasione di dialogo e scambio, anche se molte domande le abbiamo riservate per la condivisione del pomeriggio. Dopo una visita all’orto e alla vigna, includendo una tappa al Cimitero interno, ci siamo riunite nel salone per vivere un momento di spontanea condivisione. Sono stati toccati vari argomenti, ma fra tutti possiamo segnalare il racconto dell’attento e prolungato discernimento che ha portato a una scelta di questo genere, tutt’altro che improvvisata. Le due realtà si sono accolte nella diversità, senza perdere la loro originalità, in un costante esercizio di ricerca delle motivazioni per cui le cose venivano fatte in un certo modo, in atteggiamento di accoglienza dell’altro, del diverso, senza paure. Non vogliamo immaginare che tutto questo sia stato facile: certo, ha richiesto e richiede energie sempre nuove, fatiche, ritardi e lentezze, ma nella disponibilità ad accogliere il disegno di Dio, che sempre ci sorpassa. Inoltre, è stato bello ascoltare il vissuto di alcune sorelle di Bose, che mentre nella fraternità mista hanno potuto fare l’arricchente esperienza della vita condivisa con fratelli, ora possono cimentarsi in quella della “sororità”, cogliendone i suoi risvolti positivi.
Le Sorelle hanno anticipato per noi la preghiera dei Vespri, permettendoci così di parteciparvi: siamo giunte in Coro scalze … avevamo le scarpe troppo infangate dopo il tour nell’orto!

Ognuno avrà portato a casa qualcosa di questa esperienza: non siamo qui a voler dire cosa, ma a segnalare la bellezza di aver vissuto questo momento formativo sotto tanti punti di vista. Nei giorni a seguire, in qualcuno è nato il desiderio di organizzare, nelle prossime sessioni a Roma, una tappa di studio a Civitella, anche per poter approfittare della Biblioteca. È una possibilità da studiare, vedremo cosa succederà …

Grati per aver ospitato questo articolo,

Studentesse (e pochi studenti!)
dello Studio Teologico Benedettine Italiane, II anno in corso

Newsletter – gennaio 2020

_________________________________

Chiese e mondo

Ecumenismo: fra e dentro le Chiese di Brunetto Salvarani

_________________________________

_________________________________

Il dramma dei migranti al centro dell’Ottavario per l’Unità dei cristiani di Adriana Masotti

Dal 18 al 25 gennaio i cristiani delle diverse Chiese e confessioni sono stati invitati ad incontrarsi per conoscersi di più e pregare insieme per l’unità. Quest’anno a scegliere il motto della Settimana di preghiera: “Ci trattarono con gentilezza”, sono state le Chiese di Malta e Gozo che hanno anche preparato riflessioni e suggerimenti per la sua celebrazione nelle singole diocesi e parrocchie.

_________________________________

_________________________________

Ministeri femminili: prospettive post-Sinodo di Serena Noceti

_________________________________

_________________________________

Romano Penna “Le cristologie del Nuovo Testamento all’origine del cristianesimo”

_________________________________

_________________________________

2020: la riforma della curia di Lorenzo Prezzi

Il 2020 sarà l’anno della riforma della curia romana. Il via libera del consiglio dei cardinali in dicembre 2019 lo prefigura. A sette anni dall’elezione di Francesco al soglio di Pietro si completerà la faticosa ristrutturazione dell’apparato vaticano. L’opera di rinnovamento sollecitata e pretesa dai cardinali nei dialoghi pre-conclave ha subìto torsioni e sobbalzi per le emergenze economico-finanziarie e per il peso dei provvedimenti anti-abusi.

_________________________________

_________________________________

Il futuro è arrivato. Il Dossier sull’impatto sociale delle nuove tecnologie

Presentazione del nuovo Dossier della Rivista sugli interrogativi che suscitano le innovazioni tecnologiche a livello personale, professionale, sociale.

_________________________________

_________________________________

Il giorno della memoria di Alessandro D’Avenia

_________________________________

_________________________________

Liliana Segre al Parlamento Europeo – 27 gennaio 2020

_________________________________

_________________________________

Libia e Iran. Ovvero dell’essere strategici ed altre leggende di Massimo Nicolazzi

Una seria minaccia alla nostra sicurezza energetica è più facile che abbia radici nell’abbandono dell’investire, non in instabilità locali.

_________________________________

_________________________________

In memoria di

Maria Grazia Mara

È stata professoressa anche presso lo STBI.

_________________________________

_________________________________

Maria Vingiani

_________________________________

_________________________________

Silvano Maggiani

_________________________________

_________________________________

_________________________________

Monachesimo

Una benedettina scrive un libro sui sacerdoti. Ecco quello che succede

Da “Donne Chiesa Mondo” il mensile dell’Osservatore Romano n.85, Febbraio 2020.
Come abbonarsi

_________________________________

_________________________________

Il contributo del monachesimo all’umanizzazione di oggi di Sabino Chialà

_________________________________

_________________________________

Nuovo Rettore Magnifico del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo a Roma, Prof. Bernhard A. Eckerstorfer OSB

_________________________________

_________________________________

Liturgia e sacramentaria

La fragile ontologia del celibato. Perplessità nella mente e scandalo nel cuore di Andrea Grillo

_________________________________

_________________________________